About


Che cosa dire…
Ho 30 anni e faccio la maestra di Scuola Primaria, il mio lavoro mi piace molto e insieme ai miei bambini mi sono trovata a sperimentare un sacco di lavoretti.
Quando ero bambina non mi piaceva costruire se non con il LEGO e l’unica cosa che facevo spontaneamente era disegnare… poi una festività tira l’altra e mi sono trovata ad avere sempre qualche progetto sulla scrivania!
Alcune idee le ho prese da web, altre dai libri in biblioteca, altre sono frutto della mia fantasia… mi piace sperimentare e soprattutto far sperimentare!
Mi trovo sempre a stupirmi di come i bambini, se ben indirizzati, non hanno limiti! (o quasi!)
Adesso che ho finito il mio primo ciclo e ne ho iniziato un’altro, ho continuato a seguire anche i miei ragazzi più grandi in una cooperativa extrascolastica, quindi alcuni lavori che propongo sono un po’ più complessi…
Se dico “Faccio la maestra”, sembra che parlo di un lavoro, ma per me essere maestra è una specie di vocazione… aspetto sempre con ansia la fine delle vacanze e non vedo l’ora di ritrovarmi a scuola con i miei alunni. In ogni occasione che mi si presenta non posso fare a meno di condividere i miei saperi, che si tratti di un bambino, di un collega, di un adulto incontrato in merceria che mi chiede cosa sto creando… mi piace trasmettere quello che so e vedere che quel sapere circola.
Quest’anno ho avuto una prima elementare e in alcune occasioni i miei ex alunni ormai in prima media sono venuti ad aiutarmi in classe per spiegare ai piccoli come si facevano i lavoretti che avevano appreso in precedenza. Il momento più bello è stato allestire la casetta del Mercatino della Solidarietà di Natale tutti insieme e vedere nei gesti e nelle parole dei grandi gli stessi gesti e le stesse parole che ho detto io tanto tempo fa.
Il sapere e le emozioni vanno condivise con gli altri, questo è il miglior regalo che possiamo fare!!!
Quindi a tutti buon lavoro!!!!
maestraGiGì

9 thoughts on “About

  1. Inutile dire che non ti ringrazierò mai abbastanza per la pazienza che hai nel rispondere alle nostre continue domande….alla fine ce la faremo!!! Purtroppo, prima di spendere i soldi, dobbiamo pensarci molto bene!!! Ho già messo nel carrello amazon i telai che mi hai segnalato!! Adesso le ULTIME due domande: 1) devo prendere quello lungo o quello tondo? Se con quello lungo ci faccio anche le cose tonde, risparmierei prendendone solo uno. 2) ho visto tanti tutorial anche con il Tricotin (mi piace molto!!), lo conosci? e se lo conosci, cosa ne dici di quello con la manovella? (molti ne parlano bene…) è questo http://www.amazon.it/Mulinetto-macchina-fare-maglia-maglieria/dp/B000TQHWP6/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1417161352&sr=8-1&keywords=mulinello+tricotin Si possono fare un’infinità di cose creative!!
    Attendo ancora la tua risposta con ansia🙂🙂 così per Natale ci autoregaliamo delle belle cosine🙂

  2. Buongiorno Maestra Gigì, mi viene da darle del “lei” perchè ho un bimbo di 10 anni e parlando con le sue maestre, mi viene automatico🙂 Le scrivo per dirle che ci siamo iscritti al suo blog ma vorrei spiegarle il motivo … Io e mio figlio abbiamo un nostro piccolo piccolo spazio virtuale, un piccolo Blog: http://www.mammamidaiunfoglio.blogspot.it Ci siamo appassionati di Loom Bands e ci siamo attrezzati con vari telai e talaietti! Nasce così a mio figlio (….e anche a me…) la passione per questi favolosi intrecci! Allora abbiamo pensato … … si potrà fare anche con la lana e affini!?!?!? Scopriamo così il Loom Knitting!!! Meraviglioso!!! Ma, ahimè …. tutto in inglese!! Ma cercando meglio e con pazienza … scopriamo questo bellissimo blog, semplice, coinciso, essenziale! Allora vorremmo, se possiamo chiedere delle informazioni ovvero una unica domanda: COSA si può realizzare con questi favolosi telai, oltre a sciarpe, sciarpine,cappelli? Si possono fare anche pupazzi, vero? E poi?!?!? E inoltre, oltre la lana, si può usare anche il filo di cotone si stoffa? Grazie in anticipo per la risposta!!

  3. Buongiorno, mi chiamo christian,

    e mi permetto di segnalarle con piacere la notizia dell’inizio del primo concorso letterario dedicato al mondo del lavoro a maglia.

    Promotore di questo concorso è diLana e d’altre storie, un sito web e-commerce che oltre alla vendita di filati, accessori e tessuti, valorizza il lavoro a maglia e la creatività femminile. Scopo del contest è quello di realizzare una pubblicazione che illustri dall’interno, non tanto le tecniche, quanto i sentimenti e le emozioni che percorrono le vite delle knitter quando realizzano, immaginano, creano un capo.

    Il regolamento completo è alla pagina http://dilanaedaltrestorie.it/concorso/

    Sperando di averle fatto cosa gradita, le faccio i miei complimenti per il blog e per il canale youtube e mi auguro di poterti avere tra le partecipanti al concorso.
    Lei porgo i miei più cordiali saluti e le auguro una buona giornata

    ciao, christian

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...